LA DIPENDENZA ALCOLICA UN RISCHIO DA NON SOTTOVALUTARE

L’alcolismo viene considerata una dipendenza che include diversi fattori, come i fattori biologici, psicologici e socio-culturali. Genericamente, quando si parla di alcolismo si fa riferimento all’uso continuo ed eccessivo di bevande alcoliche e all’intossicazione fisica che ne deriva.

Capire quando si è sviluppata una dipendenza da alcol è un cosa spesso difficile per chi non ha adeguate competenze professionali. Spesso la stigmatizzazione sociale intorno all’uso di sostanze come alcol e droga, portano il malato a nascondere il vizio e a negare il problema. Familiari ed amici hanno quindi una difficoltà oggettiva nell’accorgersi della presenza delle dipendenza, che può emergere solo in presenza di una crisi o di cambiamenti particolari rispetto al consueto stile di vita.
Infatti, spesso, è proprio la vita sociale dell’individuo dipendente a subire importanti cambiamenti che coinvolgono la sfera famigliare con l’isolamento dagli affetti, la compromissione della vita lavorativa, l’assunzione di atteggiamenti degenerativi e comportamenti a rischio.

L’alcol è una sostanza tossica, e quindi da un punto di vista biologico i danni che può causare sono numerosi e vanno dalla cirrosi epatica alle malattie cardiovascolari, dalla epilessia alla pancreatite, dalle disfunzioni sessuali alle carenze nutrizionali. In alcuni casi posso interessare anche il sistema nervoso centrale e il sistema nervoso periferico.

Nei soggetti che hanno problemi connessi all’uso dell’alcol spesso anche la salute mentale può essere compromessa, sia quale esito dell’azione dell’alcol, sia perché l’eccessivo uso di l’alcol può mimare o determinare l’insorgenza di disturbi psichiatrici.
Per quanto detto, è importante che se si ha il sospetto che si stia sviluppando, o si sia sviluppata, una dipendenza da alcol ci si rivolga subito al proprio medico di famiglia o ad un professionista esperto nella cura di dipendenza alcolica, ovvero al servizio pubblico di cura per le dipendenze da alcol.

 

COME AFFRONTARE I PROBLEMI E LE PATOLOGIE DOVUTI ALL’USO DI ALCOL

“La Filiera dell’alcol”

STEP 1

La disintossicazione e la sospensione dell’uso di alcol devono essere sempre attuate in presenza del medico, in luoghi adeguati rispetto alla gravità della sindrome di astinenza (degenza ordinaria, Day Hospital, ambulatorio).

STEP 2

I pazienti debbono essere valutati rispetto ai danni biologici derivanti dall’uso di alcol, agli aspetti psicologici/psichiatrici che possono essere alla base o derivare dall’uso della sostanza stessa inquadrandoli nei confronti del vissuto sociale del paziente (lavoro, famiglia, amicizie, ecc…).

STEP 3

Sulla base della valutazione precedente viene indicato il progetto terapeutico/riabilitativo migliore e più idoneo per il recupero nel medio e lungo termine.

STEP 4

Attuazione del progetto terapeutico a livello territoriale, integrazione dei servizi accreditati.

STEP 5

Il processo di verifica è cruciale perché da una parte consente agli operatori di individuare per tempo i segni e sintomi di una possibile ricaduta, dall’altra costituisce un rinforzo e un richiamo costante per la persona a ricordare i problemi affrontati a causa dell’alcol.